Mobilità sostenibile, arriva IBIS

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Innovativo, sostenibile, efficiente. Ecco Ibis, il nuovo nato in casa Vanvitelli nell'ambito transportation design, un prototipo funzionante di minibus elettrico per il trasporto pubblico/turistico ad elevata efficienza ed a basso impatto ambientale.

Il progetto automotive è sviluppato nell’ambito del Bando Horizon 2020 - PON I&C 2014-20 - Programma Operativo Nazionale Imprese e competitività 2014-2020 FESR, con un valore complessivo di spesa per circa 2M€ con il coordinamento scientifico di Patrizia Ranzo e Rosanna Veneziano, docenti all'Università Vanvitelli.

Il progetto di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale è svolto in partenariato con l’azienda capofila Carrozzeria Nuova San Leonardo S.p.A., con sede a Salerno e con BLUE Engineering S.p.A., con sede a Pomigliano d’Arco, società operante nell’engineering con sedi in Italia e in fase di espansione internazionale. Il gruppo di progettazione si è avvalso della consulenza e collaborazione di prestigiose realtà progettuali campane come TechnoDesign S.r.L. di Battipaglia per la progettazione del telaio, sospensioni e carrozzeria e Hi-Jet S.r.l. di Napoli per la definizione dei modelli 3D CAS e quelli ergonomici nella simulazione del progetto in realtà virtuale. La ricerca sui materiali innovativi per la carrozzeria e per le superfici interne è stata svolta grazie alla collaborazione dell’Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali (IPCB) del CNR di Napoli - referente Prof. Ing. Antonio Gloria. La ricerca relativa all’elettrificazione del veicolo di progetto e alla gestione dell’elettronica di bordo è stato svolta con il contributo del Prof. Vincenzo Galdi dell’Università di Salerno. Da sottolineare la partecipazione al progetto del designer, in ambito automotive, Francesco Fittipaldi, Phd e assegnista di ricerca, che ha al suo attivo numerosi progetti, italiani ed internazionali per aziende del settore.

Il progetto di ricerca e sviluppo è stato incentrato sullo studio delle varie componenti modulari del veicolo e sulle modalità di assemblaggio e disassemblaggio dei moduli di carrozzeria. Il veicolo, caratterizzato da una configurazione modulare e dalla presenza di un sistema di sterzatura integrale sulle quattro ruote, che lo rendono agile e facilmente manovrabile, presenta una struttura modulare e speculare della scocca, che consente una diversificata configurazione dei moduli per ulteriori tipologie di carrozzerie ed allestimenti. Infine il progetto open source riduce il time to market e i costi per la produzione.

CHI SIAMO  |   PRIVACY  |  UNICAMPANIA.IT