Violenza sulle donne e progetto "Never Again": prorogati i termini per l'iscrizione

Hanno superato quota 1000 gli/le iscritti/e al corso di formazione online su “La vittimizzazione secondaria nel contesto della violenza contro le donne” attivato lo scorso 14 ottobre dal progetto Never Again. In considerazione del grande interesse suscitato, le iscrizioni sono prorogate al 30 novembre 2021.
Il corso, destinato a chi lavora nella giustizia, avvocati/e e magistrati/e, nelle forze dell’ordine e nei media, ha anche ricevuto l’accreditamento dal CNF, Consiglio Nazionale Forense, e consente ad avvocati/e professionisti/e e praticanti di conseguire 9 crediti formativi.
La vittimizzazione secondaria interviene nel momento in cui le istituzioni con cui le donne entrano in contatto quando decidono di uscire dalla violenza finiscono invece per renderle vittime una seconda volta, ad esempio sottovalutando o disconoscendo il vissuto di violenza, o dandone una rappresentazione che lede la loro dignità o giustifica la violenza.
Il progetto Never Again, lanciato il 25 novembre 2020, è coordinato dall’Università della Campania Luigi Vanvitelli e realizzato insieme a D.i.Re-Donne in rete contro la violenza, Il Sole 24 ore-Alley Oop, M.A.S.C.-Movimento artistico socio culturale, Maschile plurale e Prodos Consulting-European Projects and Funds, ed è sostenuto dal programma Diritti Uguaglianza e Cittadinanza dell’Unione europea.
“Un segnale molto positivo, che denota un accresciuto interesse per questo aspetto, finora trascurato, della violenza contro le donne, fonte di enorme sofferenza e che può contribuire anche a scoraggiare dal denunciare la violenza subita”, afferma Teresa Bene, coordinatrice scientifica del progetto e professore ordinario di Diritto processuale penale all’Università della Campania Luigi Vanvitelli.
“La vittimizzazione secondaria deve essere evitata - sottolinea Antonella Veltri, presidente di D.i.Re. - Il corso permette di comprendere i suoi meccanismi, come avviene e quando, e cosa può essere fatto perché non accada, contribuendo così ad attuare concretamente la Convenzione di Istanbul, ancora troppo poco conosciuta e applicata nel nostro paese”.
“Questa formazione è un primo passo per stimolare un cambiamento di approcci e prassi che derivano da stereotipi e pregiudizi di cui spesso non ci si rende neanche conto, perché frutto della cultura patriarcale in cui tutti e tutte siamo immersi”, nota Alessio Miceli, presidente di Maschile Plurale.
Il corso è strutturato in 9 moduli di video-lezioni preregistrate che ciascuno può seguire autonomamente una volta effettuata l’iscrizione, e rilascia un attestato di partecipazione con il numero di ore e moduli fruiti. Il percorso formativo si apre con una analisi della violenza maschile contro le donne, approfondisce le disposizioni legislative, analizza la vittimizzazione secondaria nei diversi percorsi giudiziari e nei media, e si chiude guardando a un cambiamento culturale che investa attivamente anche gli uomini.
Il bando e il modulo di iscrizione sono disponibili al link: https://www.vittimizzazionesecondaria.it/bando/

Ancora aperti i termini anche per il video contest “Never Again – contro la vittimizzazione secondaria”, aperto alla partecipazione fino all’8 marzo 2022 e riservato a giovani adulti tra i 18 e i 39 anni.

Il concorso intende sensibilizzare alla conoscenza e al superamento della vittimizzazione secondaria premiando produzioni video capaci di raccontare il fenomeno in modo efficace. Il video contest, curato dall’associazione M.A.S.C. – Movimento Artistico Socio Culturale APS, è promosso nell’ambito del progetto europeo Never Again, coordinato dall’Università della Campania Luigi Vanvitelli e realizzato in partnership con D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza, il Sole 24 Ore – Alley Oop, Maschile Plurale e Prodos Consulting. Il progetto Never Again – lanciato il 25 novembre 2020 e co-finanziato dal programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza dell’Unione Europea – punta a potenziare la risposta al fenomeno della vittimizzazione secondaria, proponendo una campagna di sensibilizzazione nazionale e un modello di formazione rivolto a forze dell’ordine, avvocati/e, magistrati/e e giornalisti/e.La partecipazione al video contest “Never Again – contro la vittimizzazione secondaria” è gratuita e aperta a giovani adulti tra i 18 e i 39 anni, con possibilità di partecipare in forma singola o associata, provenienti da tutta Italia. Sono ammessi al concorso video inediti realizzati con qualsivoglia tecnica, strumento di registrazione e tipologia narrativa della durata massima di 5 minuti. Sarà possibile partecipare al video contest e inoltrare tutti i materiali entro e non oltre le ore 24.00 del 08/03/2022 pena esclusione.
M.A.S.C. APS nominerà una Giuria Tecnica composta da professionisti/e del settore culturale/audiovisivo che avrà il compito di valutare i video. A maggio 2022 all’interno del Festival Vicino/Lontano – Premio Terzani saranno annunciati i/le finalisti/e su decisione insindacabile della Giuria Tecnica. Da quel momento e per la durata di 20 giorni, le votazioni saranno aperte anche alla Giuria Web-Social. La cerimonia di premiazione avverrà in presenza a ottobre 2022, durante il Festival Alice nella Città (se consentito dalle misure di prevenzione del contagio da Covid19).

Testo completo del contest e documentazione scaricabile dal sito ufficiale del progetto: www.vittimizzazionesecondaria.it

 

CHI SIAMO  |   PRIVACY  |  UNICAMPANIA.IT